italiano - english
about us

ISOLCOL (ISOLAZIONI INCOLLATE PER L'INDUSTRIA NAVALE)

F.lli Budai Srl, è Partner del progetto ISOLCOL (Isolazioni incollate per l'industria navale) che, come progetto di ricerca e sviluppo nell’ambito delle Tecnologie Marittime, è cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Le attività del progetto rientrano, infatti, in una delle priorità del Programma Operativo Regionale, Obiettivo «Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione» 2014-2020 ovvero l’Asse 1 – “Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione”, Azione 1.3 – “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”.

• Il progetto ISOLCOL, avviato in data 1°marzo 2017, mira a ridurre il rumore e le vibrazioni generate dal traffico pedonale sui ponti aperti della nave (ad es. zona piscina), nelle cabine immediatamente sottostanti a tali aree. Attualmente il legno è incollato sui ponti con uno strato di viscoelastico interposto tra ponte e pavimento, per smorzare rumori e vibrazioni, ma questo comporta una serie di problematiche in merito all’aumento di materiale combustibile sulla nave, al peso, ai costi e al tempo di stesura e di fissazione.
L’obiettivo del progetto è quello di eliminare il viscoelastico mediante la formulazione e la deposizione a spruzzo di una nano-colla (includente nano isolanti termo-vibro acustici), tra il ponte e la pavimentazione in legno (nella parte superiore del ponte) e i pannelli isolanti (nella parte inferiore del ponte). Il progetto porterà a un miglioramento dell’isolamento termico e vibro - acustico della cabina, alla riduzione di spessore e peso dell’isolante tradizionalmente utilizzato, alla eliminazione dei ponti termici e vibro-acustici, costituiti dalla parte terminale degli arpioni di norma non ricoperta dalle isolazioni, e alla riduzione di tempi e costi di allestimento.

DURATA DEL PROGETTO: 15 mesi
BUDGET: 469.988,30
PARTNER: CSNI scarl (Capofila), Flli. Budai e Università degli Studi di Trieste